A Milano inaugura il nuovo spazio Stuart Weitman firmato da Zaha Hadid





Con l’inaugurazione del flagship store internazionale in via Sant’Andrea a Milano, Stuart Weitzman presenta un innovativo concept retail progettato dall’architetto Zaha Hadid. La settimana della moda milanese, è stato il momento ideale per un esclusivo evento che ha svelato i 280 mq. della boutique. Situata al numero 10/A di via Sant’Andrea, la location è stata selezionata per il debutto del nuovo concept. I prossimi anni altri store progettati dal team di Zaha Hadid Architects, saranno situati in città chiave del globo. Hong Kong, Roma e New York ospiteranno le prossime aperture in programma  per il 2014. 




Un dialogo costante e raffinato tra geometria e materia che dà vita a un avvincente ritmo di vuoti e pieni, dettato da principi di funzionalità ed ergonomia. Un'architettura fluida e vitale. Le unità espositive fungono anche da sedute, mentre una perfetta integrazione di forme differenti stimola la curiosità e definisce le diverse aree della boutique. La palette di tinte monocromatiche crea un paesaggio interno di due zone separate per migliorare l’interazione. La sperimentazione di materiali e tecnologie di costruzione definisce ulteriormente questo spazio unico e mostra l'attenzione al dettaglio dell'architetto iracheno. Sedute modulari curve e display indipendenti vengono ricavati da fibra di vetro bagnata in oro rosa, una tecnica simile a quella utilizzata nella costruzione delle imbarcazioni. 

Per le pareti ed il soffitto è stato utilizzato il cemento rinforzato con fibra di vetro che esprime estrema solidità, mentre la delicata precisione delle complesse curvature pone l’accento sulle aree espositive. 
Spiega Zaha Hadid: “Il progetto è suddiviso in elementi fissi e adattabili allo scopo di stabilire interazioni peculiari tra le sedi di tutto il mondo e di permettere ad ogni store di essere riconoscibile come uno spazio Stuart Weitzman. Si tratta di un importante progetto che ci aiuterà a raggiungere la prossima fase di crescita e ad amplificare la riconoscibilità del marchio nel mondo”.