Le fotografie luminose di David Gilliver




Scatti a lunga esposizione e un uso sapiente delle luci al neon, è così che il fotografo David Gilliver realizza dei paesaggi virtuali fatti di luci e scie di colori. La tecnica di lunga esposizione utilizzata da David consiste nel fotografare con una velocità dell'otturatore di lunga apertura.  Questo può variare da pochi secondi a minuti o più. L'effetto è creato dal movimento delle sfere di luce è ottenuto fissando LED su un supporto artificiale che si collega ad un trapano e li fa ruotare in cerchio. Utilizzando questa tecnica il fotografo può creare un effetto di un'immagine in cui gli elementi fissi sono taglienti, mentre gli elementi in movimento sono sfocati. 


Come con qualsiasi tipo di fotografia , se si vuole diventare veramente bravi in questa particolare tecnica bisogna impiegare delle ore in sperimentazioni. Tuttavia, è possibile salvare un mucchio di tempo se si hanno un po 'di consigli utili in materia a portata di mano. Questa è la ragione per cui il fotografo l'anno scorso ha deciso di scrivere un libro su questo argomento, che aiuterà un sacco di persone ad evitare insidie ​​ed errori. Si dice che il fotografo è presente in ogni foto e questo vale anche per David che preferisce però rimanere invisibile, dichiarando che lo fa indossando abiti scuri e fotografando solo di notte.