La lampada Sahara di Matteo Ugolini


L'autunno lascia posto ai colori più intensi e alla voglia di calore ed ecco che anche la casa si veste di elegante malinconia. La forma di questa nuova sospensione proposta per il 2013 da Karman e disegnata da Matteo Ugolini, è evocativa, è materia che diventa viva, lucida, vivace nel suo verde smeraldino. E’ la natura che entra direttamente nelle nostre case sotto forma di luce in ceramica che richiamano i grandi cactus delle distese sahariane. Una memoria estiva che riscalda gli ambienti nelle fredde giornate invernali e che richiama alla mente scenari naturali lontano ed esotici.

E siccome in natura ogni elemento è diverso dall’altro, Karman è ricorsa a un particolare processo di ossidatura per ricreare le sfumature di verde e le piccole imperfezioni che rendono ogni pezzo diverso e unico. La ceramica perde così il suo aspetto freddo e diventa superficie materica morbida, che invita il tatto, incuriosisce la vista, stuzzica l’olfatto con profumi di terre lontane. Un potere evocativo che rimane intatto anche nella versione bianco puro. Quattro le forme, difficile scegliere la preferita, meglio pensarle insieme come un’oasi fiabesca.