Il Biomuseo di Panama progettato da Frank Gehry



Il Biomuseo di Panama dopo dieci anni dall'inizio dei lavori apre finalmente le porte. L'edificio progettato da Frank Gehry ripercorrerà gli eventi geologici che hanno portato alla creazione dell’Istmo di Panama e diffonderà l’importanza delle biodiversità. Affacciato sull’Oceano Pacifico all’estremità dell’Amador Causeway nel canale di Panama, dove precedentemente era situata una caserma dell’esercito americano, il Biomuseo è una composizione asimmetrica e multicolor che si sviluppa su 3 livelli e copre una superficie di circa 4.000 metri quadrati. 




Contiene 8 gallerie espositive, acquari, un giardino botanico, un’area digitale, numerosi negozi e una caffetteria. Localizzato all’entrata del Canale di Panama, il Biomuseo offre una vista sia su Città di Panama che sulla città vecchia. Il design frammentato dell’edificio, con i suoi colori accesi, è inoltre un omaggio  alla ricchezza e alla bellezza dell’ambiente tropicale che caratterizza tutto il paese. Un progetto che riesce a far dialogare l’arte con la scienza, ed è anche la prima opera di Gehry in America Latina. "L’edificio è destinato a funzionare come punto d’ingresso per scoprire Panama e così si spera che possa essere un elemento attrattivo sia per i residenti che per i turisti" spiega Pilar de Arosemena Alemán, l’attuale presidente della Fundación Amador, la fondazione che ha sostenuto il progetto.