I cieli di Matt Molloy




Vive sulla riva del lago Ontario, appena ad est di Toronto, il fotografo Matt Molloy che grazie ai paesaggi straordinari che lo circondano è riuscito ad ammirare ogni giorno tramonti brillanti e cloudscapes mozzafiato fino a decidere di fotografarli per oltre tre anni. 


Un giorno ha iniziato a sperimentare le sequenze time-lapse, il risultato sono foto di cieli che avrebbe potuto dipingere Van Gogh, realizzati sovrapponendo da 30 a più 500 fotografie, scattare con una Canon 60D, un Tamron 10-24mm, un treppiede e un assortimento di filtri, una foto ogni 5 secondi, con tempi e impostazioni che variano con le condizioni climatiche e di illuminazione. Prendendo centinaia di immagini come il tramonto e le nuvole in movimento, Molloy ha poi digitalmente impilato le numerose foto per rivelare cambiamenti di colore e di forma che ricordano incredibilmente pennellate che spalmano il cielo di colori che senza questo piccolo aiuto, l'occhio non sarebbe in grado di cogliere. La tecnica utilizzata dal fotografo è detta Timestacks, ed è stata messa a punto dopo anni di appassionata sperimentazione, distillando le immagini per offrire un punto di vista inedito di uno stesso luogo, un frame del tempo che scorre, e di tutti gli incredibili cambiamenti che imperversano in una singola visione.